A.A., 21 anni, Pakistan

FacebookTwitterGoogle+
22 Dicembre 2017

Stavo camminando su una strada in Bulgaria, insieme ad altre persone, stavamo cercando di raggiungere il confine per arrivare in Serbia e poi continuare verso l’Europa. La polizia è arrivata e ci hanno iniziato ad insultare, poi hanno preso i manganelli e hanno iniziato a picchiarci dappertutto. Successivamente, ci hanno obbligati a stenderci supini per terra, le poliziotte ci camminavano sopra, mentre i poliziotti ci camminavano sulle mani. Poi ci hanno obbligati ad alzarci e hanno sguinzagliato i cani che hanno cominciato ad inseguirci, abbaiavano e noi abbiamo iniziato a scappare.
Testimonianza raccolta presso il Centro Psychè, Ottobre 2017

FacebookTwitterGoogle+